Barbie Premium Experience: Barbie va in crociera con ben 22 navi

La compagnia Royal Caribbean International ha lanciato un’iniziativa che piacerà molto alle bambine di tutto il mondo. La compagnia, infatti, ha selezionato ben 22 navi da crociera che verranno arredate a tema Barbie.

Questo perché la compagnia, in piena espansione, vuole aumentare la sua quota di mercato. Il settore delle crociere, infatti, è uno dei pochi che non conosce la crisi: negli ultimi anni è passato dal 2,5% di due anni fa all’8%, con un potenziale di clienti, solo in Italia, di 900 mila persone all’anno.

Quindi, per questa prova, la famosa bambola della Mattel sarà la protagonista indiscussa di questo mondo, rendendo la nave da crociera una sorta di “Casa delle Bambole” con quella che è stata chimata la “Barbie Premium Experience”. Le bambine apprezzeranno sicuramente il grande numero di gadget a tema Barbie, ma sicuramente anche le mamme non disdegneranno un oggetto che anche per loro è stato di culto: la Barbie, infatti, da oltre quarant’anni fa giocare le bambine di tutto il mondo.
Questa esperienza in rosa partirà dal gennaio 2013 e si chiamerà “Barbie Premium Experience”: sarà una formula all inclusive nella quale le piccole ospiti avranno tutto, ma proprio tutto, di Barbie.

E per la Barbie non è una novità viaggiare: la biondissima bambola ha da poco intrapreso un viaggio in Italia con un treno tutto rosa. Si tratta del “Pink Tour 2012”, un viaggio su un treno di Trenitalia preparato per l’occasione che tocca diverse città del Bel Paese per presentare i nuovi prodotti.

Barbie interpreta le Bond Girl

“Barbie Collector”, la linea di Barbie che mette insieme le bambole da collezione, ha appena lanciato una nuova serie che appassionerà gli amanti della bambola, ma anche i fan del cinema. Si tratta delle “Barbie Bond Girl”, ovvero le Barbie che raffigurano le più belle e sexy compagne/nemiche/amanti/complici/college di James Bond, l’Agente 007.

Tra le “Barbie Bond Girl” che sono state prodotte fino ad ora ci sono alcune delle più famose attrici che hanno accompagnato James Bond nelle sue avventure e disavventure. Ricordiamo Halle Barry ne “La morte può attendere”, Ursula Andress in Honor Blackman e Jane Seymour nella versione di Solitaire.

Tutte le “Barbie Bond Girl” si possono ammirare e acquistare sul sito di Barbie Collector, dove si trovano tutte le altre Barbie da collezione. La serie delle “Barbie Bond Girl” vuole rendere omaggio alla spia più famosa della storia del cinema, nell’anno del cinquantesimo anniversario della sua nascita. Chi non ricorda chi è l’Agente 007, ovvero James Bond? Si tratta di un agente segreto britannico nato dalla penna di Ian Fleming che ha, grazie alla sua sigla, la licenza di uccidere.

Il primo romanzo, di una fortunata serie, sarà “Casino Royale”, seguito da moltissimi altri, anche dopo la morte dello stesso Fleming. Al cinema James Bond è stato interpreto da diversi attori, tra cui Sean Connery, George Lazenby, Roger Moore, Timothy Dalton, Pierce Brosnan e Daniel Craig. Le Bond Girl sono in tutti i film di James Bond e di solito sono almeno due per episodio. Di solito l’Agente 007 ne seduce una alla fine di ogni storia.

Barbie Dolls of the World: Tornano le Barbie del Mondo

Barbie, la famosa bambola Mattel, non smette di stupire con progetti sempre nuovi, curati e divertenti. L’ultima arrivata è, realtà un vecchio progetto di Barbie. Si tratta della linea “Barbie Dolls of the World”, un progetto che racconta lo stile delle donne in vari Paesi del mondo attraverso abiti curati, acconciature tipiche e storie speciali.

“Barbie Dolls of the World” è nata negli anni Ottanta con bambole dedicate a pochi Paesi, tra cui Italia, Francia, Gran Bretagna, Svizzera e Polo Nord. La produzione è continuata fino agli anni Novanta, intercalata da serie dedicate a progetti particolari, come la serie “Festival dal Mondo” o quella “Principesse dal Mondo”. La prima era dedicata a feste particolari, come il Carnevale di Rio, l’Oktober Fest, il Cinco de Mayo messicano o il carnevale cinese; la seconda, invece, riprendeva le principesse o le sovrano tradizionali di alcuni paesi, come il Giappone, i Maya, il Portogallo, l’Egitto, la Russia o costumi tradizionali come il Rinascimento italiano.

Dopo una pausa di qualche poi, la Mattel è tornata a produrre le “Barbie Dolls of the World”, interpretando Paesi come la Cina, l’Australia, l’Argentina e l’Irlanda. Le ultime uscite di questa fortunata serie sono “Barbie (Chile)”, “Barbie Hawaii U.S.A.”, “Barbie Mexico”, “Barbie Brazil”, “Barbie India”e “Barbie Holland”. Tutte curatissime, tutte bellissime e in più tutte con un particolare nuovo. Ogni bambola delle nuove “Barbie Dolls of the World” ha con se un animale da compagnia tipico del Paese che racconta, che sia un cane, un coniglio o una tartaruga, anche questo animaletto ci racconta qualcosa di un Paese che non conosciamo.

Le Barbie Mattel del mondo sono in vendita sul sito di “Barbie Collector”, oppure le potete trovare alcuni modelli qui a seguire:

B009F7OQ7C Mattel Barbie Collector X8423 – Dolls of the World Philippines
B009F7OQKE Mattel Barbie Collector X8421 – Dolls of the World Spain
Mattel
B007RDGIXG Barbie Collector W3325 – Barbie Dolls Of The World Holland
Barbie

Bambole True Hope Dolls: anche le Bratz a sostegno dei bambini malati

Le Bratz, le famose bambole distribuite in Italia dalla Giochi Preziosi, hanno lanciato una linea fatta per stare accanto ai bambini che sono malati o che hanno problemi seri di salute. Si tratta di “True Hope Dolls”, bambole uguali alle altre Bratz, ma con la differenza che non hanno i capelli.

Le Bratz sono bambole prodotte dalla MGA Entertainment. Le più famose sono Cloe, Sasha, Jade e Yasmin, che hanno caratteristiche che hanno fatto molto discutere perché le loro proporzioni sono improbabili: testa molto grande, gambe lunghissime e labbra molto carnose. Le Bratz sono state le bambole più vendute della linea Polly Pocket.

Ora è quindi stata lanciata l’operazione “True Hope Dolls”: molto simile a quella che fece la Barbie qualche anno fa, facendo uscire una bambola calva a sostegno dei bambini che fanno chemioterapia. Le “True Hope Dolls” sono uguali alle altre Bratz: look originale, vestiti alla moda, make up e scarpe eleganti, ma non hanno i capelli. Ogni confezione contiene la bambola, un cambio di abito (sempre cool e elegante) e un cappellino. In più, in regalo per le bambine un braccialetto di perline.

Inoltre, l’operazione ha uno scopo benefico. Per la vendita di ogni “True Hope Dolls” una sterlina andrà a finanziare la ricerca e il sostegno dei bambini malati attraverso la CLIC Sargent, una onlus che lavora con i bambini malati di cancro e leucemia. Le “True Hope Dolls” si possono trovare in vendita on line e il costo si aggira intorno alle 15 sterline.

La Trudi per L’Era Glaciale 4 – Continenti alla deriva

Per il prossimo 28 settembre è prevista l’uscita in Italia de “L’Era Glaciale 4 – Continenti alla deriva”, il film di animazione di 20th Century Fox che ha sempre registrato un grande successo, sia di critica che ai botteghini.

È appena uscita la notizia che in Italia la Trudi ha acquisito la licenza per la produzione degli animaletti della serie: sarà quindi la nota marca friulana a dare forma “fisica” ai protagonisti de “L’Era Glaciale 4 – Continenti alla deriva”.

Questo nuovo episodio della serie che ha come protagonista il piccolo Scrat (uno scoiattolo preistorico), impegnato nella rincorsa della sua golosa ghianda. E, come ogni volta, questa ricerca porta disastri e avventure a causa della natura maldestra dell’animaletto. Per questo gli altri protagonisti del “L’Era Glaciale 4 – Continenti alla deriva”, ovvero Manny (un mammut), Sid (un simpatico bradipo) e Diego (una tigre dai denti a sciabola), si vedranno staccati dal loro branco e alla deriva su un iceberg. Tra i doppiatori italiani ci sono Claudio Bisio e Pino Insegno.

Per la Trudi si tratta di una grande avventura, che le porterà grande notorietà: “L’Era Glaciale 4 – Continenti alla deriva” sarà un successo come i precedenti film e il merchandising andrà sicuramente a ruba. Inoltre, come sempre, i peluche Trudi, fatti con materiali di prima scelta e con grande qualità, sapranno essere all’altezza della situazione.

Tra l’altro, si tratta di un momento molto positivo per la Trudi, che ha concluso anche altri accordi e partnership in altri settori, come l’arredo per la casa, la moda, gli occhiali e gli arredi.